Sarà rafforzata la lotta alla corruzione - Il Consiglio federale fissa per il 1° luglio 2006 l’entrata in vigore delle nuove disposizioni penali

Berna, 15.02.2006 - La Svizzera rafforza la lotta alla corruzione: il Consiglio federale ha fissato mercoledì l’entrata in vigore di nuove disposizioni penali per il 1° luglio 2006. Ha inoltre avviato le misure necessarie per ratificare la Convenzione penale e il Protocollo aggiuntivo del Consiglio d’Europa sulla corruzione. A quel momento questi trattati internazionali entreranno in vigore anche per la Svizzera.

In futuro oltre alla corruzione attiva, nel settore privato sarà perseguibile anche la corruzione passiva, ma soltanto a querela di parte, poiché la scoperta di tali reati esige di norma la cooperazione indispensabile dei privati coinvolti. Inoltre non solo la corruzione attiva ma anche la corruzione passiva di pubblici ufficiali stranieri e internazionali sarà punibile. Infine la punibilità dell’impresa sarà estesa ai casi di corruzione attiva nel settore privato.

Con l’introduzione delle nuove disposizioni penali, la Svizzera può ratificare la Convenzione penale e il Protocollo aggiuntivo del Consiglio d’Europa sulla corruzione. La Convenzione e il Protocollo aggiuntivo permettono di armonizzare le disposizioni penali degli Stati membri e di rafforzare la cooperazione internazionale. L’applicazione dei trattati è in particolare garantita da valutazioni reciproche degli Stati contraenti.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale di giustizia, T +41 58 462 48 48


Pubblicato da

Dipartimento federale di giustizia e polizia
http://www.ejpd.admin.ch

Ufficio federale di giustizia
http://www.bj.admin.ch

Ultima modifica 26.06.2024

Inizio pagina

Abbonamenti alle news

Sul portale del Governo svizzero potete abbonarvi ai comunicati stampa dell'UFG

https://www.fedpol.admin.ch/content/bj/it/home/aktuell/mm.msg-id-3117.html