La CNPT pubblica il terzo rapporto d’attività

Comunicati, CNPT, 20.06.2013

Bern. Oggi la Commissione nazionale per la prevenzione della tortura (CNPT) ha pubblicato il suo terzo rapporto d’attività. Nel corso dell’anno passato la CNPT si è principalmente occupata del monitoraggio dei rinvii secondo il diritto in materia di stranieri: dal luglio 2012 ha accompagnato 18 voli speciali del livello d’esecuzione 4 e 24 trasferimenti con scorta di polizia. Inoltre ha visitato 10 penitenziari in tutta la Svizzera, esaminando con particolare attenzione le condizioni nella carcerazione preventiva e in singoli reparti di sicurezza dei maggiori stabilimenti.

Nell’anno in rassegna la CNPT ha visitato complessivamente dieci stabilimenti carcerari in nove Cantoni. In due casi si è trattato di visite di controllo per verificare l’attuazione delle raccomandazioni emanate in un primo tempo all’indirizzo delle autorità competenti. La CNPT ha pure ispezionato i quattro maggiori centri di registrazione e di procedura della Confederazione a Basilea, Chiasso, Kreuzlingen e Vallorbe, nonché il centro di transito dell’aeroporto di Ginevra e gli alloggi per richiedenti l’asilo della protezione civile di Biasca.

CNPT preoccupata per il sovraffollamento

La CNPT si è concentrata in particolare sulla contiguità di diversi regimi carcerari nel medesimo stabilimento, rilevando nuovamente quanto tale situazione costituisca una sfida all’origine di forti tensioni sia per il personale sia per i detenuti. Il problema è ulteriormente acuito dal sovraffollamento, come nelle carceri giudiziarie di Champ-Dollon a Ginevra e di Bois-Mermet a Losanna. La CNPT ha manifestato preoccupazione per il crescente popolamento e il conseguente peggioramento delle condizioni di detenzione materiali. Ha pertanto invitato le competenti autorità dei due Cantoni romandi ad adottare rapidamente misure atte a migliorare la situazione.

Particolare attenzione alle condizioni di carcerazione preventiva e ai reparti di sicurezza

Quanto già constatato nel 2011 in merito alle condizioni restrittive del carcere preventivo è stato confermato nel quadro delle ispezioni effettuate nell’anno in rassegna. Anche la verifica di singoli reparti di sicurezza negli stabilimenti di Hindelbank, Lenzburg e Thorberg, e in particolare l’organizzazione della segregazione cellulare, ha indotto la CNPT, nell’ambito del suo orientamento strategico, ad approfondire in via prioritaria di queste tematiche.

Accompagnati tutti i voli speciali da luglio 2012

Per monitorare i rinvii secondo il diritto in materia di stranieri, l’anno scorso la CNPT ha istituito un gruppo di 12 osservatori che da luglio 2012 accompagnano i trasferimenti con scorta di polizia e tutti i voli speciali del livello d’esecuzione 4. Nel quadro di un dialogo specialistico istituzionalizzato, la CNPT e le autorità esecutive si scambiano regolarmente le informazioni raccolte nell’ambito dell’accompagnamento dei voli con l’obiettivo di migliorare rapidamente la situazione. È stato anche creato un forum che, coinvolgendo organizzazioni della società civile e rappresentanti delle competenti autorità, si prefigge di contribuire al costante miglioramento della prassi di rinvio in Svizzera.

Documenti

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 20.06.2013

Contatto

Contatto / informazioni

Commissione nazionale per la prevenzione della tortura
T
+41 58 465 16 20
Contatto

Cartina

Commissione nazionale per la prevenzione della tortura

Schwanengasse 2
3003 Berna

Mostra sulla cartina